in

Autonomia dello Sport: tema discusso e qualche riflessione

Nette divergenze di opinioni fra Abodi e Malagò in merito ad un nuovo organo di controllo sul calcio imposto dal Ministro dello Sport

La scelta del Ministro Abodi di intervenire sull’intoccabile mondo del calcio, dove l’indebitamento ultramilionario sembra un valore, suscita reazioni circa l’autonomia dello sport, che va preservata

Lo dichiariamo con schiettezza: dei tanti problemi che abbiamo in Italia, quello di istituire un organo di vero (speriamo che sia così) controllo dei bilanci delle società di calcio non ci sembra il più importante. Anzi, interessa relativamente, pur convenendo che sarebbe auspicabile il calcio, in quanto sport, rispondesse a parametri di serietà secondo cui chi ha i bilanci a posto possa fare parte del sistema, chi non li ha è fuori. Senza fare distinguo fra società minori e di fama internazionale – si ricorderà come sia stato liquidato in fretta il Chievo, forse a ragione, per 26 milioni di euro di debiti, e come invece altre società, con una esposizione debitoria di centinaia di milioni di euro, possano tranquillamente iscriversi e proseguire nel proprio cammino: è giusto o etico?

ph ItaliaOggi

Diverso però è il discorso sull’Autonomia dello Sport: questa andrebbe garantita. Sempre. Ma non per convenienza o per autotutela del Sistema Sport e di alcune federazioni. Siamo ancora in attesa di sapere cosa deciderà la giustizia ordinaria in merito a fatti avvenuti nella ginnastica ritmica e artistica (con relative denunce delle atlete danneggiate), parte dei quali hanno visto una sorta di autoassoluzione della Procura Federale. Se questa è l’autonomia invocata, beh, qualche riserva l’avremmo, ma siamo consapevoli che le ingerenze della politica, ancor più se partitiche, è bene siano arginate sin dall’inizio.

Detto tuttavia che la questione interessa poco alla redazione di HA Wellbeing e wbox.it, mentre i media ne fanno una questione fondamentale che riempie le prime pagine, questo è quanto ha pubblicato Italia Oggi via social, con link annesso per leggere l’intero articolo.

CALCIO, ABODI: NESSUNA INVASIONE. MALAGÒ: SARÀ UNA FIGURACCIA IN TUTTO IL MONDO

Il Governo ha presentato nei giorni scorsi un provvedimento che cambia le regole dei controlli sul calcio, e che prevede la creazione di un’autorità indipendente cui delegare questa funzione.
Secondo il ministro dello sport Andrea Abodi tale provvedimento è “a garanzia di tutti e non sarà comunque una norma ‘spot’, ma farà parte di un decreto legge organico sullo sport, il primo dopo 20 anni, con particolare attenzione agli aspetti economici”.
Diverso il parere del presidente del Coni Giovanni Malagò, secondo cui tale decisione “non nasce per migliorare la situazione, ma per cambiare le regole del gioco”.

Link dell’articolo: https://www.italiaoggi.it/news/calcio-abodi-nessuna-invasione-malago-sara-una-figuraccia-in-tutto-il-mondo-202405060927265545?utm_term=Autofeed&utm_medium=io&utm_source=LinkedIn#Echobox=1714981163

Scritto da redazione