in ,

Brooklyn Fitboxing Italia: quattro squadre ai Fitboxing Wolrd Games (8 giugno)

Dalle qualificazioni dei Fitboxing World Games ben 4 squadre italiane Brooklyn Fitboxing accedono alla finale

La catena in franchising della boxe senza contatto sta spopolando in diversi paesi e, sull’onda del successo, sarà presente alla manifestazione internazionale con quattro rappresentative del nostro Paese

Fitboxing è stata protagonista di diverse notizie pubblicate da wbox.it, sia con riferimento al 200° club aperto proprio in Italia, sia per il successo crescente che tale attività e il gruppo stanno registrando, con una diffusione superiore alle aspettative e un numero di iscritti che parallelamente aumenta. Per questa attività coinvolgente c’è l’appuntamento di cartello, ovvero il Campionato del Mondo di Fitboxing, dove l’Italia sarà splendidamente rappresentata da ben quattro squadre che fanno capo a tre club: Brooklyn Fitboxing di Milano Ticinese, con due team, Alessandria e Chiavari. Attendiamo quindi che si svolga questa appassionante sfida calendarizzata il prossimo 8 giugno, sperando che anche in questo ambito, l’Italia possa spuntarla con una delle squdare italiane presenti.

QUATTRO SQUADRE ITALIANE AI FITBOXING WORLD GAMES. ATTESA PER LA FINALE ALLA CAJA MÁGICA DI MADRID

L’imponente Caja Mágica di Madrid ospiterà il prossimo 8 giugno il Campionato Mondiale di Fitboxing (Fitboxing World Games). A combattere per il titolo e a rappresentare l’Italia saranno presenti anche gli atleti di quattro squadre italiane che hanno superato le qualifiche classificandosi nelle prime 4 posizioni sulle 32 squadre partecipanti e provengono dai clubs Brooklyn Fitboxing di Milano Ticinese, Alessandria e Chiavari.

ph Brooklyn Fitboxing

La community italiana dei fitboxers sarà rappresentata dalle squadre: “CAO e “Full Metal Brooklyndel club di Milano Ticinese allenati rispettivamente dai trainer Alessandro Cotto e Paolo Defranchi; Stica Team per il club di Chiavari, che partecipa alla competizione mondiale per la terza volta con il trainer Luca Bolzoni; e infine la squadra “Tost-e Warriors di Alessandria, accompagnata dalla trainer Carlotta Frasè.

Questa sarà la settima edizione dei Fitboxing World Games, nati a Madrid nel 2016. La disciplina ha un forte radicamento in Spagna, ma alla Caja Mágica si affrontano sempre più numerosi atleti provenienti dall’estero, oltre a squadre italiane, portoghesi e argentine, quest’anno per la prima volta anche francesi e tedesche.

Si tratta di una competizione inclusiva, in cui squadre composte da quattro atleti, che possono essere uomini o donne e di ogni età, si sfidano nella stessa categoria per aggiudicarsi il titolo di Campione del Mondo. Gli atleti si mettono alla prova di fronte a sacchi da boxe dotati di speciali sensori, i quali, grazie ad una tecnologia brevettata, misurano in tempo reale la forza applicata al sacco e la sincronizzazione con la musica. Durante i tre round di due minuti ciascuno, i fitboxers colpiscono il sacco seguendo una specifica sequenza, che rappresenta la “challenge” estratta a sorte tra le 6 possibili e che sono state già allenate e memorizzate in questi mesi dagli atleti. Oltre al punteggio ottenuto dai parametri raccolti dalla tecnologia del sacco da boxe, diversi arbitri assegnano un ulteriore punteggio in base alla tecnica e alla sincronizzazione tra i membri della stessa squadra.

Sebbene sia praticata principalmente da donne, la disciplina affascina sportivi di ogni sesso ed età. Ne è una prova la rapidità della crescita in Europa, in particolare in Italia, dove la community di Brooklyn Fitboxing sta riscuotendo un interesse sempre maggiore, basti pensare agli 8 club aperti nell’ultimo anno e mezzo, con l’obiettivo di superare i 50 nei prossimi anni.

Vedere quattro squadre italiane partecipare alla finale di Madrid è per noi un grande orgoglio. Anno dopo anno aumentano i successi a livello internazionale e cresce la nostra community italiana. Brooklyn Fitboxing nell’ultimo periodo ha sperimentato in Italia una notevole crescita. Il nostro sport unisce la performance sportiva al divertimento, crea spirito di appartenenza e supporta iniziative solidali”, commenta Gabriele Aluigi, Country Manager Italia di Brooklyn Fitboxing.

Scritto da redazione