in

Congiuntura Flash: Italia nel 2024 rallenta la crescita

Tassi e inflazione ancora alti, costo petrolio in aumento allontanano dalla crescita 2023

Dal Centro Studi di Confindustria segnali di frenata un calo o, meglio, di stabilità industriale e moderata ripresa dei servizi che, in parte, tocca anche il comparto sportivo: fitness e piscina crescono

La produzione industriale italiana e l’economia non crescono come nel 2023, mentre cenni di ripresa si registrano nei servizi nel primo trimestre 2024. Meno preoccupante la situazione per palestre e piscine dove le imprese registrano dati incoraggianti e i centri sportivi, in molti casi, migliorano i numeri pre-pandemia. Un fatto rilevato dal periodico report “Congiuntura Flash” del Centro Studi di Confindustria e diffuso per i suoi associati da Assosport nella sua newsletter settimanale.

Questo quanto in sintesi viene evidenziato

CRESCITA DELL’ITALIA FRENATA AD INIZIO 2024: SERVIZI IN MODERATA RISALITA E INDUSTRIA IN STABILIZZAZIONE

La Congiuntura Flash del mese di marzo 2024, redatta dal Centro Studi di Confindustria, evidenzia che dalla revisione Istat, la crescita italiana è stata più robusta nel 2023 rispetto alle stime precedenti.
Petrolio più caro, inflazione ancora alta nell’Eurozona, taglio dei tassi rinviato a giugno. La domanda interna è attesa debole e per l’export di beni le prospettive sono incerte.
Germania quasi in recessione, negli USA l’industria è in frenata, mentre la Cina punta in alto.


SCARICA L’ALLEGATO

Scritto da redazione