in ,

Il portale telematico e il RAS: le interrogazioni di Berruto ad Abodi

Doppia interrogazione dell'On. Mauro Berruto al Ministro dello Sport Abodi ph intesasanpaolo.com

Il deputato, ex coach azzurro del volley, si è rivolto al Ministro dello Sport perché si rimedi al problema di un portale che non offre il servizio necessario e alla situazione dei lavoratori sportivi non “tipizzati”

La riforma dello sport è una pietra miliare del nostro sistema nazionale ed è sicuramente un passaggio fondamentale per tutto il comparto, consegnandolo ad una dimensione e ad una dignità che allo sport e ai lavoratori sportivi prima era decisamente negata.

Tuttavia, i meccanismi vanno rodati anche a fronte di correttivi, alcuni già apportati, altri necessari ma lenti ad arrivare; così i tempi per calarsi ed interpretare le novità normative si dilatano per il burocratizzarsi eccessivo di procedure ed adempimenti.

Il Ministro dello Sport Andrea Abodi in parlamento ph notizieinunclick

Una delle criticità è sicuramente il portale telematico del RAS che non agevola per nulla coloro che intendono attenersi alle nuove disposizioni legislative, in particolare rispetto alle novità del lavoro sportivo.

Nel merito è intervenuto Mauro Berruto, deputato del PD, che in altre occasioni si era distinto per le competenze e la capacità di interpretare correttamente istanze e bisogni del settore e di chi vi opera.

Nella circostanza, il deputato del Pd aveva manifestato da tempo la sua intenzione e aveva preannunciato tale intervento: così, coerente con il suo proposito, ha presentato due interrogazioni.

La prima appunto sul portale, la seconda sui tempi, ormai eccessivi, di emanazione del decreto sulle ulteriori mansioni dei lavoratori sportivi “non tipizzati”.

È auspicabile che si ponga celermente rimedio al disservizio del portale che si somma ai tanti ritardi (lavoratori non tipizzati sono in attesa), alle diverse incertezze e alla poca chiarezza che la riforma si porta dietro, proprio perché i correttivi indispensabili sono tardivi, ancorché molto attesi da tutti, e gli adempimenti, oltre che aumentati, sono di difficile perfezionamento.

Questo quanto riporta via social Italia Oggi:

“Ho depositato un’interrogazione al ministro per lo Sport, Andrea Abodi, invitandolo a precisare alla Camera se e in che tempi intende garantire il pieno funzionamento del portale telematico del Registro nazionale delle attività sportive dilettantistiche“.

“Con l’entrata in vigore della Riforma dello Sport, i club dilettantistici sono obbligati a osservare numerosi adempimenti, come le comunicazioni mensili delle retribuzioni corrisposte ai collaboratori sportivi, ma il portale del registro nazionale non è ancora completamente funzionante e questo li obbliga a rivolgersi a consulenti esterni per funzioni che potrebbero essere svolte internamente con semplicità e soprattutto gratis, se solo funzionasse il portale”.

“La norma parla di attenuare la burocrazia, ma purtroppo questi automatismi ancora non sono del tutto possibili e questo fa aumentare i costi della gestione sportiva“. Lo dichiara il deputato e responsabile nazionale Sport del Pd, Mauro Berruto.

Scritto da redazione