in , ,

L’Azienda Felice. Una nuova Scienza “Happiness at Work” al cuore del successo -parte 2

Il team aziendale, se guidato da entusiasmo positivo, riesce in modo coeso a raggiungere grandi risultati ph yuri arcurs people images by freepik

Per le imprese è uno spunto da tesaurizzare, così come lo è per palestre e piscine che intendono crescere operando come vere aziende: la felicità del team assicura un ambiente sereno ed una produttività maggiore

Questo articolo è stato pubblicato su HA Pool Construction di novembre – dicembre 2023

La prima parte dell’articolo è stata pubblicata ieri, 5 dicembre; questo il link

enricabrachi@gmail.com

IL VALORE DELLE RELAZIONI: CIÒ CHE PIÙ INFLUISCE SU FELICITÀ, SALUTE E SUCCESSO

Gli scienziati dell’Università di Harvard hanno cercato la chiave per una “Vita Felice” dal 1938, nel più lungo studio sulla felicità mai condotto. Dopo 85 anni di ricerche, hanno concluso che sono le relazioni sociali a darci la massima felicità. “Le persone più felici, che sono rimaste più sane invecchiando e che hanno vissuto il più a lungo erano le persone che avevano le connessioni più calde con le altre persone” ha dichiarato il Prof. Robert Waldinger, l’attuale direttore dello studio.

Indipendentemente dal background, quelli con le relazioni personali più forti non erano solo i più felici, ma godevano anche di una migliore salute generale e vivevano più a lungo.

In sintesi, le nostre connessioni – forti, calde, nutrienti – forniscono supporto, riducono stress e infiammazioni, aumentano i sentimenti di felicità e appartenenza. La qualità relazionale, la comunicazione interna all’azienda, l’Intelligenza emotiva sul posto di lavoro producono risultati significativi su molteplici aspetti: individuali, nei Team, a livello organizzativo.

LA SCIENZA DELLA FELICITÀ: BENESSERE SOGGETTIVO, POSITIVITÀ

Gli scienziati definiscono la Felicità come “l’esperienza delle emozioni positive, il piacere combinato con sentimenti profondi quali significato e scopo”, “uno stato mentale positivo nel presente e prospettive positive per il futuro”. Martin Seligman, il fondatore della Psicologia Positiva, la descrive in tre componenti misurabili: piacere, impegno e significato, da considerare come tre strade da percorrere contemporaneamente.

La Formula della Felicità vale anche per le aziende “sportive: imprese – o società sportive, palestre, piscine – felici aiutano a crescere condividendo bello di essere Team

Seligman inoltre ha sintetizzato una “Formula della Felicità”: H = S + C + V, dove “H” – Happiness – è il livello permanente di felicità, “S” – Set range – la sua quota fissa, “C” le circostanze della vita, “V” i fattori che dipendono dal nostro controllo volontario, i nostri atteggiamenti, ed è qui che possiamo fare la differenza!

Spesso la Felicità è definita anche come “Benessere Soggettivo” e Positività od è associata a “Eudaimonia”, la felicità intesa come “scopo fondamentale della vita”.

La gioia che proviamo quando diamo il massimo per raggiungere il nostro potenziale  Shawn Achor 

APPRENDERE A “PROSPERARE SOTTO STRESS” E “CRESCERE NELLE AVVERSITÀ”

Coltivare un mindset dinamico, ottimista, riconoscente e antifragile 

Le ricerche mostrano che i collaboratori infelici fanno più giorni di malattia, per una media di 1,25 giorni in più al mese (cioè 15 giorni su base annua) rispetto a quelli più felici. 

Le emozioni positive inondano il nostro cervello di dopamina e serotonina, sostanze chimiche che non solo ci fanno sentire bene, ma che stimolano anche i nostri centri di apprendimento cerebrali a livelli più elevati. Ci aiutano a organizzare le nuove informazioni, a conservarle più a lungo e a recuperarle più velocemente. Attivare e sostenere maggiori connessioni neurali è fondamentale nel risolvere i problemi nella complessità e nella velocità del cambiamento.

Quando ci sentiamo felici riusciamo a vedere di più quello che c’è intorno a noi, a cogliere dettagli che nel lavoro possono avere una rilevanza enorme. Le emozioni positive ampliano il nostro spettro cognitivo ed hanno un effetto neutralizzante su risposte disfunzionali, improduttive o meccanismi di difesa di attacco, fuga e immobilità.

La Felicità è sempre una scelta, una responsabilità individuale, un muscolo volontario da attivare e allenare, uno splendido impegno quotidiano. Tutti possiamo godere dei meravigliosi benefici del vantaggio della Felicità, se ne conosciamo leggi e segreti, ci impegniamo nell’agire con nuovi atteggiamenti e comportamenti e abbiamo il coraggio di metterci in gioco.

Scritto da Enrica Brachi