in , ,

Le nuove generazioni investono di più sul wellbeing (e sulla prevenzione)

Stare bene è una priorità sempre più diffusa fra i giovani ph freepik

Scenari in evoluzione e sensibilità che cambiano fra i giovani e i meno giovani, con i primi però molto più inclini ad investire sul proprio benessere, considerandola una priorità

Gli States sono una fonte inesauribile di ricerche di mercato e sondaggi. Se poi parliamo di Health & Fitness giganteggiano sull’Europa e ancor più sull’ Italia. Da buon americano, attento a quanto report e indagini d’oltreoceano rilevano, Anthony Vennare con il suo Fitt Insider (per la newsletter basta iscriversi all’omonimo portale) non esita ad aggiornare gli operatori del settore, riportando gli ultimissimi dati su tendenze e orientamenti dei consumatori o dell’industria del fitness, ogni volta molto interessanti. Nella circostanza, si parla di come lo stare bene sia una priorità che un numero crescente di americani considera imprescindibile.

LE GENERAZIONI PIÙ GIOVANI STANNO ALIMENTANDO IL MERCATO DEL BENESSERE NEGLI STATI UNITI.

Con un valore di 480 miliardi di dollari, i Millennial e la Gen Z spendono di più.

Il 70% degli adulti statunitensi sta investendo di più nell’invecchiamento sano e nella longevità.
Il 58% dà più priorità al benessere ora rispetto a un anno fa.
L’82% afferma che il benessere è una priorità assoluta nella propria vita quotidiana.

Non più frangia, il benessere e il fitness hanno preso piede.

E, al di là delle categorie ovvie, le persone stanno investendo in cose come la tecnologia del sonno, la bellezza pulita, la meditazione, i viaggi avventurosi, il benessere immobiliare

Il tutto all’insegna della salute olistica.

Con la crescente consapevolezza, potremmo vedere un gradito spostamento verso la salute preventiva come impostazione predefinita.

Pilates con o senza reformer è una delle risposte al bisogno di stare bene non sempre allienato all’idea di performance ph freepik

Scritto da redazione