in ,

Maggio è stato il Global Employee Health and Fitness Month: anche in Italia?

In Italia il mese della Salute e del Fitness nelle aziende è decisamente passato inosservato ph shutterstock.com

Il mese di maggio, negli States, è stato dedicato a salute e fitness, imprescindibili nella cultura anglosassone, mentre da noi si parla di sport e salute, fermandoci però alle parole e alle intenzioni, senza la capacità di andare oltre per resistenze sistemiche e cultura del movimento nulla

Quando parliamo di approccio culturale limitato, in Italia, fra addetti ai lavori sappiamo bene cosa intendiamo. La maggioranza degli operatori conviene che vada debellata la sedentarietà diffusa fra i nostri connazionali, per alimentare stili di vita motoriamente attivi.

ph adobe stock

Ma fra i nostri concittadini prevale sovente la passione per la forchetta o per il divano in pantofole. “La fatica fisica, ancorchè moderata, lasciamola agli altri”. Un pensiero ahinoi diffuso, che trova consenso anche fra i parlamentari, quali, di rimando, definiscono l’attività fisica e lo sport attività non essenziali. Quanta ignoranza.

Fa sorridere quindi che mentre noi lottiamo contro resistenze antropologiche che affondano le radici nella cultura enogastronomica e nell’ozio eccesivo italici, in altri Paesi lo sport è materia scolastica curriculare. Nelle nazioni anglosassoni si parla di Health clubs non per caso, ma collegando in modo naturale l’esercizio fisico alla Salute. Quindi è anche fisiologico, per loro, considerare di elevare ancor più questo approccio motoriamente evoluto, in ambienti che potrebbero essere in antitesi.

ph nationaldaycalendar.com

Quindi da anni vengono promosse campagne non perché venga praticato lo sport nelle scuole (in Italia è un progetto di cui si parla dagli anni 90…), ma negli ambienti di lavoro.

E qui di seguito possiamo cogliere alcuni punti che hanno guidato il tam tam mediatico a favore del Mese globale per la Salute e il Fitness dei dipendenti delle aziende. Per noi restano idee da considerare, ma prima di accoglierle, basterebbe imparassimo ad essere attivi nel nostro tempo libero. Magari per poi mangiare, bere ed oziare, prevenendo patologie, farmaci e cure da eccesso di calorie e da esercizio fisico nullo. Questo quanto i social hanno segnalato a maggio per incentivare il mese dell’esercizio fisico nelle imprese. Parlano di campagna “mondiale” che forse per l’Italia significa “altro Pianeta”

ph Life Fitness UK

Questo mese è il Global Employee Health and Fitness Month, una campagna mondiale che incoraggia a concentrarsi sull’attività fisica e sulla salute sul posto di lavoro e sui vantaggi di avere una forza lavoro sana.

Un ambiente di lavoro in salute, fisicamente attivo è una vera garanzia di sostegno a tutte le attività ed iniziative di ogni azienda. E’ un supporto è essenziale per ottenere il meglio da tutti, e ci sono alcune cose semplici che possono essere fatte per aumentare l’attività fisica sul lavoro:

1- Cammina un po’ di più ogni giorno – fai le scale, parcheggia un po’ più lontano

2- Trova una ragione per alzarti in piedi: usa una postazione di lavoro regolabile se puoi, o alzati in piedi alle chiamate. Rispondere e parlare al telefono si può fare anche camminando


3- Organizza il tuo tempo per allungare ogni giorno lo spazio per il movimento


4- Scambia una sedia da scrivania con una palla ginnica: la tua seduta sarà più mobile e ideale per la schiena


5- Segui online un nuovo canale di fitness o podcast e condividi consigli con i colleghi

info.totalwellnesshealth.com



Ricordando a te stesso e ai tuoi colleghi che la salute e il benessere sono importanti e apportando piccole modifiche alla tua routine, vedrai presto la differenza!

Per ulteriori informazioni sul Global Employee Health & Fitness Month, vai a https://www.gehfm.org/

Parole che valgono oro: per la Salute degli abitanti della Terra, ma forse non per noi italiani.

Scritto da redazione