in ,

MSA al Ministero dello Sport

Lo sport italiano, oggi ancor più di ieri, dipende da una classe dirigenziale qualificata, di cui MSA è la miglior espressione

Dopo gli interventi a SportCity del 22 e 23 marzo, fra i quali quello di Andrea Pambianchi (CIWAS), la delegazione in rappresentanza di Manager Sportivi Associati è stata ricevuta da Abodi

Nel panorama degli enti rappresentativi e qualificanti dello sport, sicuramente MSA e CIWAS recitano un ruolo importante. A tal punto da essere un costante riferimento istituzionale, ampiamente riconosciuto dal Ministro dello Sport Andrea Abodi, che ha ricevuto la delegazione in rappresentanza di MSA. Questo la notizia diffusa da MSA, affiancata da Ciwas nella persona di Andrea Pambianchi che ha rilanciato sui suoi canali social

UN GIORNO IMPORTANTISSIMO PER MANAGER SPORTIVI ASSOCIATI

Nel pomeriggio del 27 marzo, una delegazione di MSA è stata ricevuta dal Ministro per lo Sport e i giovani Andrea Abodi. Un’occasione utile per presentare l’Associazione e individuare possibili linee di sviluppo condivise.

Diversi gli interventi che si sono susseguiti nel corso dell’incontro:

Claudio Barbaro ha introdotto i lavori sottolineando come quello di MSA sia un percorso iniziato 10 anni fa e in continua evoluzione nel rispetto della normativa vigente.
Concetto rafforzato dal Presidente Fabio Pagliara che ha proseguito dicendo: “saremo, come MSA, Avanguardia e mai Retroguardia del sistema. Ci candidiamo ad essere partner culturali perché i grandi eventi lascino una “legacy formativa” all’intero Paese”.
Successivamente, la Presidente del CTS Daniela Isetti ha presentato l’Associazione e ne ha delineato obiettivi, prospettive e responsabilità. Giovanni Esposito, membro del Comitato Tecnico Scientifico, ha illustrato poi una serie di aspetti tecnici legati alla riforma dello sport, per avviare un percorso di studio e proposte per aumentare le competenze dei manager dello sport.

Queste le parole conclusive del Ministro Andrea Abodi:
“Iniziamo un percorso insieme, nel rispetto delle competenze e dei ruoli, per dare sempre maggiore dignità al ruolo del dirigente sportivo, colonna dello sport italiano”.

Un sentito ringraziamento da MSA al Ministro per la disponibilità, l’apertura e la sensibilità dimostrate rispetto le istanze dei Manager Sportivi Associati.

Costruiamo insieme il futuro di MSA!

Scritto da redazione