in , ,

Padel: un boom atteso che toccherà i 6 miliardi di euro

La popolarità del padel cresce su scala mondiale ph Giampiero Sposito

Secondo Deloitte il fenomeno sportivo più trendy degli ultimi anni ha ancora grandi margini di crescita

Secondo la ricerca di Deloitte, “Global Padel Report 2023”, il padel è ancora lontano dall’esprimere il suo alto potenziale. Nei prossimi tre anni crescerà in modo verticale con un business globale di oltre 6 miliardi di euro.

La corsa a realizzare campi da padel non subisce rallentamenti in tutto il mondo, con investimenti superiori a 200 milioni nel 2022 e la realizzazione di 8.200 nuovi campi: un aumento del 28%.

ph MejorSet

Oggi parliamo di oltre 37.400 campi e poco meno di 9.800 club o circoli di padel.

Negli States, dove sembra attualmente prevalere la passione per il pinkleball (circa 5 milioni di praticanti, mentre la disciplina sta muovendo i suoi passi anche in Italia), il padel ancora non è decollato appieno, situazione simile a quella che si registra in paesi come India, Giappone o nella più vicina Germania.

Pickleball fenomeno americano che sta diffondendosi anche in Italia; ma il padel è decisamente più popolare e in grandissima crescita

Va detto che per le sue origini latine, il padel trova terreno feritile ed immediato in paesi come Spagna e Italia. Anzi, la Spagna, che per prima è partita con il padel, alimentandone una diffusione nazionale esponenziale, oggi conta su 15.300 campi da padel complessivi.

In Italia, la cui popolazione è superiore al paese iberico di una dozzina di milioni, il processo di crescita ha preso il via più tardi e i campi in totale sono 6.470. Francia e Portogallo, paesi latini, ne contano rispettivamente 1.506 e 1.010.

Ma a riprova che il padel non appassiona solo le popolazioni latine ci sono i ben 4.200 (e una popolazione sei volte inferiore all’Italia) presenti in Svezia. Numeri interessanti anche per Il Benelux con 1.445 campi nei Paesi Bassi e 1.395 in Belgio.

ph Officine D’Amico

Se il fenomeno decollerà in modo deciso anche nei menzionati USA, India e Giappone, i numeri di campi cresceranno vertiginosamente. Basti pensare che in Spagna, nel solo ultimo anno, i campi realizzati sono stati 1.300.

Ma come indica la ricerca Deloitte, il vero boom del paddle sarà determinato proprio dalla sua diffusione nei paesi in cui questo sport non ha ancora avuto un’esplosione. Lo studio indica infatti come oggi in Medio Oriente e Francia interesse e passione per il padel stiano prendendo piede. 

Stando alle proiezioni, entro il 2026 il numero di campi da padel supererà su scala mondiale gli 85.000, ovvero quasi 50.000 campi in più rispetto al dato odierno.

Un acceleratore della diffusione del padel sono sicuramente la pratica e la professionalizzazione di questa disciplina: federazioni, club e tornei organizzati incidono parecchio nella crescita del padel nei paesi più attrezzati per tale sport.

ph Ibiza Villa

Nel 2022, in una trentina di nazioni, sono stati organizzati 126 tornei professionistici, mentre mediaticamente la copertura televisiva è costantemente in crescita con un seguito in ascesa di appassionati.

Sempre restando sul padel professionale, oggi esistono tre circuiti: A1 Padel, Premier Pádel e World Padel Tour. Grazie al loro ruolo trainante, il padel business è decisamente cresciuto, attirando nuove aziende, ma anche capitali: fra gli investitori il fondo QSI – Qatar Sports Investment, che ha rilevato il World Padel Tour, mentre il fondo DB Capital ha acquisito una quota del produttore di campi da padel Padel Courts Deluxe e di Green Set.

E se si muovono fondi così potenti, c’è da stare certi che il business crescerà parecchio nei prossimi anni

ph freepik

Fonte parziale Palco 23

Scritto da redazione