in

Pratica sportiva ridotta e sbilanciata fra Centro-Nord e Sud Italia

Squilibrio crescente Sud - Centro Nord per la pratica sportiva

Le ricerche confermano la pesante criticità di poca propensione all’esercizio fisico e della prevalenza di sedentarietà molto più accentuata in Meridione che in Settentrione

Gli ultimi rilievi di ICS e Sport e Salute confermano il problema ormai cronico di numero modesto di praticanti attività fisica al Sud rispetto al Nord. Già sappiamo che l’Italia si distingue in generale per valori troppo alti di sedentarietà e di sovrappeso/obesità, con il 50% degli italiani decisamente sovrappeso.

Ma le recenti ricerche fotografano dopo anni la medesima situazione, anzi, peggiorata per il divario crescente fra Sud e Nord. La sintesi di questa situazione viene fatta via social da ItaliaOggi

ANCORA OGGI LO SPORT IN ITALIA NON È ACCESSIBILE A TUTTI NELLO STESSO MODO
I dati dell’ultimo Rapporto sullo Sport 2023 a cura di Sport e Salute e Ics parlano chiaro: vi è ancora una netta differenza tra i praticanti di attività sportiva al Centro-Nord rispetto al Sud.
Nonostante la crescita degli ultimi anni il divario resta ancora ampio, e tra i fattori non si può non tenere conto della grave carenza delle infrastrutture sportive nel Meridione.

Scritto da redazione