in ,

RiminiWellness chiude con il segno più

RiminiWellness 2024 è tornata a richiamare un numerosissimo pubblico

Si è chiusa ieri la rassegna italiana del fitness, seconda in Europa solo a FIBO: ottimi segnali dal settore, confermati dall’alta partecipazione di visitatori professionali e consumer. Un successo per il management della Fiera di Rimini

Il fitness si è lasciato definitivamente alle spalle la rovinosa crisi pandemica e ha trovato un rinnovato slancio che si sostanzia in numeri molto positivi, in diversi casi, migliori di quanto ci si attendesse. La prima attestazione della crescita l’avevamo già avuta a FIBO e dai dati del primo quadrimestre 2024 dell’industria mondiale del comparto. RiminiWellness ne dà ulteriore conferma, sia con una partecipazione delle imprese espositrici, come da tempo non si rilevava, sia per numero di visitatori tornato su livelli record.

Fra le novità tech e su attrezzature più attese a RiminiWellness, sicuramente la nuova linea cardio Symbio di Life Fitness

Le conferme di questa fase di grande ripresa arrivano dalle aziende stesse, le quali registrano quasi tutte nei primi cinque mesi dell’anno una crescita a due cifre che sembra preludere ad un secondo semestre ancora più tonico.

Anche sul fronte delle novità non mancano segnali forti, a riconferma che le imprese hanno ripreso ad investire per cavalcare meglio l’onda del rilancio proiettato a risultati sensibilmente migliori del 2019: tecnologia e AI la fanno da padrone con ricadute positive per palestre, piscine, centri sportivi, ma soprattutto per chi frequenta o ancora non si era iscritto a questi ambienti deputati a guidare e promuovere l’esercizio fisico. Le conferme delle presenze dei praticanti abituali e la crescita di iscrizioni di un buon numero di ex sedentari sono indicazioni molto positive per valutare il settore anche in prospettiva.

L’editoriale del vicedirettore della newsletter MarketingOggi, Sabina Rodi, fotografa molto bene la fase che sta vivendo il settore, alla luce dell’andamento di RiminiWellness, tornata ai suoi momenti migliori, anche grazie alla capace e illuminata regia di Valentina Fioramonti.

LA NUOVA VITA DELLE PALESTRE

Anche le palestre stanno cambiando rapidamente pelle e sicuramente in meglio. La conferma arriva dall’ultima edizione di Rimini Wellness, la grande kermesse dedicata al benessere in corso fino al 2 giugno. «Stiamo assistendo a una tendenza che è quella della specializzazione dell’ultra-specializzazione e lo vediamo anche da come sono aumentati i servizi di personal training. Nascono poi le palestre specifiche per donne; fioriscono le attività pensate per il pubblico più anziano, che sicuramente in Italia è un numero considerevole. Ma poi ci sono anche i target di chi è diversamente abile e dei bambini, visto che l’Italia è in coda nelle classifiche di attività sportiva fatta nelle scuole primarie e secondarie. Di conseguenza, un punto che si sta affrontando è pure il design, l’accessibilità degli spazi fitness. La parola d’ordine è inclusione», ha spiegato a Il MarketingOggi (il podcast curato da Marco CapisaniValentina Fioramonti, group exhibitions manager Wellness & Sports di Italian exhibition group-Ieg, che organizza la grande fiera del benessere.

Il concetto di wellness sta evolvendo, insomma, e ora si apre lo spazio per affiancare alle tradizionali attività da palestra servizi più dedicati alla persona. Quanto sarebbe utile, ad esempio, offrire nelle palestre un programma integrativo di esercizi (da questo punto il digitale è un alleato prezioso) per le diverse età dedicati al potenziamento della memoria, dei riflessi e della concentrazione?  Per quanto concerne il settore media da non perdere l’approfondimento di Claudio Plazzotta sull’evoluzione del business di Sky che sta inesorabilmente traslando dal satellite allo streaming e l’analisi sul rapporto tra follower e influencer dopo il caso Ferragni.

Scritto da redazione