in ,

Sidecu, che controlla Supera, cresce del 23% e si avvicina a 50 milioni di euro

Eccellente 2023 di Sidecu (Supera- Supera24h Fitness) per fatturato e crescita nel 2023

Il Gruppo spagnolo, che controlla i brand Supera e Supera 24h, ha chiuso il 2023 con un fatturato di 49,1 milioni di euro, riducendo le perdite dell’80%

Dopo l’annuncio ufficiale del suo ingresso in Italia (Reggio Emilia) dello scorso gennaio di cui wbox ha dato evidenza con un paio di articoli (l’ultimo del 16 gennaio: https://wbox.it/dalla-spagna-supera-aprira-il-suo-primo-centro-sportivo-a-reggio-emilia/ ), Supera torna al centro delle cronache, essendo stati ufficializzati i dati della società che controlla il gruppo, Sidecu, titolare dei marchi Supera e Supera 24h.

La catena spagnola chiude un eccellente 2023, con ricavi per 49,1 milioni di euro pari a +24,9% rispetto al 2022. Dato positivo, reso ancor più convincente perché le perdite sono passate da 9,7 milioni di euro a 1,7 milioni con una riduzione dell’82,7%.

Il dato 2023 è da leggere ancor più positivamente dal momento che i ricavi del 2019 avevano toccato i 41 milioni di euro ed oggi a bilancio Sidecu registra un significativo +8,1 milioni di euro.

La società spagnola, che ha festeggiato il suo trentennale proprio lo scorso anno, ha sempre puntato su un modello che pone al centro fitness e piscina. Il suo progetto di internazionalizzazione, confermato con l’opera che realizzerà a Reggio Emilia, era già iniziato qualche anno fa in Portogallo dove ha avviato la costruzione del club numero 11 in terra lusitana.

Un modello che ha rafforzato avviando le palestre Supera 24h (solo fitness) con effetti decisamente positivi sui ricavi. Visti prudenza ed equilibri con cui si muove una delle catene più storiche della Spagna, è quasi certo che i passi misurati fatti di recente anche all’estero (ed in Italia) saranno confortati da eccellenti risultati, lontani dalle difficoltà che stanno incontrando gruppi omologhi nel nostro Paese, con la chiusura di diversi impianti, invero lontani dal modello di business che distingue in genere i gruppi spagnoli

Scritto da redazione