in , ,

UK: Centri Sportivi-Ricreativi pubblici integrano i servizi con programmi di riabilitazione

Programmi riabilitativi o preventivi porterebbe benefici alla popolazione, al sistema sanitario, a palestre e piscine ph freepik

Un esempio cui dovremmo guardare per migliorare offerta e soluzioni dei centri sportivi da proporre alla collettività in chiave motoria, riabilitativa e, soprattutto, preventiva. Con benefici per il sistema sanitario

In Italia ragioniamo spesso su nuovi progetti e servizi da offrire alla collettività sia per interpretare i nuovi bisogni sia per avvicinare a strutture sportive parte della popolazione sedentaria che fino a ieri non ha trovato motivazioni per dedicarsi all’esercizio fisico per sé, per la propria salute e per prevenire patologie.

Integrare l’offerta con programmi di riabilitazione e prevenzione aiuta ad avvicinare in palestre e piscine nuova clientela ph freepik by edgarbj

In UK, più che teorizzare, pubblico e privato passano da tempo all’azione. Lo riporta questo articolo tratto da WellNation. Un esempio da mutuare in Italia, non perché l’erba del vicino sia sempre la più verde, ma perché anche il nostro sistema abbisogna di soluzioni simili. E con urgenza.

Pensare ai centri sportivi pubblici dotati di palestre, piscine e molto altro, solo in chiave meramente sportiva, significa escludere il 90% della popolazione, problema che fa vacillare il nostro sistema se pensiamo che l’Italia è destinata ad avere la maggioranza di cittadini oltre i 60 anni, con tassi di natalità preoccupanti.

IL PROGETTO MSK HUBS DI PARKWOOD LEISURE RAGGIUNGE 30 STRUTTURE IN INGHILTERRA E GALLES

ph WellNation

Il progetto ha generato un valore sociale stimato di £ 400.000 (Immagine: pexels.com/Yan Krukau)

Parkwood Leisure, operatore di gestione del tempo libero, in collaborazione con Legacy Leisure, Lex Leisure e 1 Life, ha lanciato un programma di riabilitazione muscolo-scheletrica (MSK) nei suoi centri ricreativi in ​​Inghilterra e Galles.

Il progetto fa parte del progetto nazionale MSK Health Hub – guidato da Good Boost, ukactive, Orthopaedic Research UK, ESCAPE-pain e Arthritis Action – e ha portato a 30 centri ricreativi gestiti da Parkwood che ora offrono programmi MSK dedicati. 

Le sessioni sono aperte a chiunque abbia una condizione MSK e forniscono informazioni sulla vita attiva, sulla gestione del dolore e informazioni sulle attività idonee disponibili presso il centro ricreativo.

Secondo Parkwood, il progetto ha già generato un valore sociale stimato di 400.000 sterline.  Due terzi dei partecipanti hanno riferito che il loro benessere è “migliorato” al punto che la loro condizione MSK “non è più un problema” come risultato dell’accesso al loro hub MSK locale. La riduzione del dolore è stata segnalata in ciascun resoconto specifico del paziente in seguito alle sessioni Goodboost, dimostrando l’impatto positivo sia sugli individui che sulla comunità più ampia.

“Questo progetto MSK riflette il nostro impegno verso l’inclusività e la creazione di un impatto positivo sulla vita degli individui nelle comunità locali” – Glen Hall

Finora, 250 componenti il personale di Parkwood Leisure hanno completato la formazione relativa a MSK, con 30 operatori identificati come coordinatori MSK negli hub MSK.

Secondo le statistiche del servizio sanitario nazionale, più di 20 milioni di persone – circa un terzo della popolazione del Regno Unito – vivono con una patologia muscolo-scheletrica. Il servizio sanitario nazionale spende attualmente circa 5 miliardi di sterline ogni anno in trattamenti per queste condizioni. 

L’amministratore delegato di Parkwood Leisure, Glen Hall, ha dichiarato: “Non potevo credere alle statistiche su quante persone vivono con una condizione muscoloscheletrica, quindi Parkwood Leisure è onorata di guidare un’iniziativa che trasforma i centri ricreativi in ​​centri comunitari vitali. 

“Questo progetto MSK riflette il nostro impegno verso l’inclusione e la creazione di un impatto positivo sulla vita degli individui nelle comunità locali. Crediamo nella promozione non solo della salute fisica, ma anche del senso di comunità, rendendo i centri ricreativi veramente accessibili a tutti”.

Fonte https://well-nation.co.uk/blog/2024/04/15/parkwood-leisures-msk-hubs-project-reaches-30-sites-across-england-and-wales/

Scritto da redazione